Piatti e delizie tipici della Croazia

hrvatska kuhinja

La cucina della Croazia varia a seconda della regione, riflettendo la geografia, la storia e la cultura della regione stessa. Non esiste un' unica cucina croata, dato che ogni singola regione ne vanta una. L'area settentrionale e meridionale dell' adriatico sono caraterizzate da grandi differenze di sapori e preparazioni di vari piatti Mediterranei. La tradizione della grigliata del pesce e di altre delizie marine,e' stata tramandata da generazione in generazione. A nord della Croazia sono molto visibili le influenze culinarie Austro-Ungariche. Naturalmente, nemmeno il vino deve essere dimenticato, apprezzato per il suo sapore particolare del caldo meridione. Le scelte per quanto riguarda le specialita' sono infinite.

Ristoranti in Croazia!

 

tartufi

Dove mangiare? Presso gli alberghi che offrono sistemazione (mezza o piena pensione), in tutte le citta', nei posti turistici, presso le strade piu' importanti troverete sempre ristoranti, bar, taverne, trattorie, pizzerie, fast food;ma per i veri buongustai, i ristoranti piu' interessanti saranno quelli che servono specialita' culinarie croate.

 

Specialità gastronomiche

 

Pršut

Oltre alla cucina standard europea, la Croazia serve anche le proprie specialita' culinarie piu' popolari: tra gli antipasti freddi sono noti il prosciutto crudo istriano o dalmato, il formaggio di Pago o della regione Lika, il pecorino, il KULEN della Slavonia, le rinomate CESNJOVKE di Samobor o dello Zagorje, il formaggio fresco alla panna ecc. I primi piatti vengono serviti a seconda della regione in cui vi trovate. In Dalmazia, Primorje, sulle isole o in Istria i primi piatti saranno a base di pesce e di frutti di mare oppure a base di carne tra cui ricorderemo la carne d'agnello e la cosidetta PASTICADA.

 

Bevande

 

Vino

La coltivazione della vite e la produzione di vini, fanno parte di una tradizione secolare degli uvicoltori croati sia nella parte continentale della Croazia che lungo il litorale e la Dalmazia. I vini croati piu' apprezzati sono quelli prodotti lungo la costa adriatica e sulle isole, tra i quali nomineremo i vini rossi quali il teran, il merlot, il kabernet, l' opolo, il plavac, il dingac e il postup, mentre tra i vini bianchi- la malvasia, il posip, il pinot, la kujundjusa, la zlahtina, il moscato ecc... Nella parte continentale non possiamo dimenticare il rizling, la grasevina, il burgundac, il traminac ecc.. Tra i superalcolici sono note le grappe - la sljivovica, la travarica, la lozovaca, e tra le bevande da dessert ricorderemo il prosecco e il maraschino.

Specialità gastronomiche per ogni occasione

sirpečeno meso pod pekompalačinke

Molte cerimonie nella tradizione croata sono direttamente collegate alle specialita' gastronomiche del posto, che possono basarsi su una tradizione religiosa (festivita' cattoliche: Natale, Pasqua, Via Crucis e le varie festivita' di santi protettori) oppure legati ad occasioni speciali nella vita di ogni singolo individuo (battesimi, matrimoni,compleanni ecc...). Alcune festivita' sono di carattere pubblico, come il giorno di Dionisio, cioe' S. Martino, che viene festeggiato nelle proprieta' private, nelle enoteche e nei ristoranti, mentre altre sono famigliari (matrimoni, battesimi, Capodanno, Pasqua ecc..).

Come indicato, ogni festivita' e' caraterizzata da un specialita' gastronomica singolare. Il sugo di maiale con patate viene mangiato durante le fiere oppure durante i pellegrinaggi, il merluzzo viene preparato alla Vigilia di Natale e al Venerdi Santo, la carne di maiale per Capodanno, le tipiche KRAFNE sono direttamente connesse alle festivita' del Carnevale, mentre al sud vengono preparati dei dolci simili, detti CROSTOLI. Il prosciutto cotto con le uova, abbinato alla verdura viene servito per Pasqua, e in questo caso come dessert non puo' mancare la PINZA. Il KULEN della Slavonia viene preparato durante il periodo della mietitura, l' oca nel giorno di S. Martino, mentre il tacchino e altro pollame con le SARME vengono serviti per Natale. Ai matrimoni ci saranno vari piatti di dolci e biscotti, come per esempio le BRESKVICE (pesche), le MEDVJEDJE SAPE (zampette d'orso), i PAPRENJACI e le FRITOLE. Molta gente predilige, in ogni occasione, specialita' a base di carne d'agnello oppure carne di maiale allo spiedo, pesce ai ferri, calamari preparati in vari modi o diversi tipi di carne allo spiedo: RAZNJICI (spiedini), CEVAPCICI e carne mista ai ferri. Ricorderemo anche il prosciutto crudo e cotto, il formaggio pecorino, il formaggio fresco, il fior di latte, la tradizionale zuppa di pesce (BRODET) e la carne di vitello.

Cucina litorale: Istria e Quarnero

Istarski pršutIstarsko pečeno mesoIstarska

I vari tipi di formaggi e antipasti freddi fanno parte delle specialita' tipiche istriane. La cucina istriana e quarnerina rappresentano una parte singolare della gastronomia croata: si tratta di una coniugazione tra cucina mediterranea e continentale. Queste regioni sono ricche di pesce e di frutti di mare. Le specie piu' note di scampi, calamari e frutti di mare dell'Adriatico settentrionale, le troveremo nel Canale di Leme.

Accanto all'eccelente prosciutto e al formaggio accompagnato da olive, molte enoteche servono zuppe di pesce, gamberi alla busara, risotto bianco o nero ai frutti di mare, la tradizionale "SUPA" di vino e altre specialita' a base di pasta e carne, preparate con l'aggiunta del rinomato tartufo istriano. Si tratta di un tipo di fungo molto pregiato che viene ritrovato da cani e maiali specialmente adestrati a tale scopo. Inoltre si ritiene che il tartufo abbia una funzione afrodisiaca. Tra i vini istriani ricorderemo la malvasia di Buie, il Cabernet di Parenzo, il Savignon, il Merlot e il Teran di Pinguente, la Vrbnicka Zlahtina, lo spumante, la Bakarska vodica ecc. In Istria possiamo trovare dei ristoranti molti noti, specialmente lungo la riviera dell' Abbazia, di Crikvenica, di Rovigno e Parenzo come anche nella parte continentale dell'Istria e sulle isole.

Cucina litorale: Dalmazia

Ribadalmatinska rajčicadalmatinska riba

La cucina dalmata e isolana seguono le norme alimentari moderne. Un modo di cucinare a fuoco lento, (preferibilmente bollito oppure allo spiedo) con molte specialita' di pesce, all' olio d' oliva, con verdure e varie erbe raccolte lungo la costa, tutti motivi per cui tale cucina e' ritenuta molto sana. I vini dalmati, l'olio d'oliva e le olive in salamoia, sono pregiati da generazioni e lo rivelano i nomi delle stesse (OLIVA GRECA: dall'isola di Korcula-Curzola; e la PRCS dell'isola di Hvar).Tra i vini piu rinomati ricorderemo il Dingac e il Posip della penisola di Peljesac; il vino Babic di Primosten; la Vugava e il Plancic dell'isola di Hvar e il Posip e il Grks dell'isola di Korcula; il Marastina di Lastovo; la Malvasia di Dubrovnik, il prosecco (vino da dessert), la grappa, la travarica e vari liquori (il Maraschino e il Vlahov).

Anche se, tuttora, ogni regione prepara le specialita' in modo diverso ed unico, la cucina dalmata rappresenta un mondo aparte le cui ragioni sono state scoperte non molto tempo fa, come la cucina dell'isola di Hvar, Korcula, Brac (es. il VITALAC, una specialita' al fegato di agnello avvolto nell'intestino e preparato ai ferri), di VIS (es. Le sardine ai ferri,secondo le credenze degli antichi Greci; la crostata di sardine di Komiza e Vis, una specialita' simile alla pizza odierna).

Il pesce fresco (il dentice, il branzino, l'orata, la cernia, lo scombro e la sardina) alla griglia, cotto o marinato; vari tipi di molluschi (calamari, molluschi, seppie), crostacei (gamberi, astici) e frutti di mare (ostriche,cozze, mussoli) cucinati con zuppa di pesce oppure con il risotto. Per quanto riguarda le specialita' a base di carne, il prosciutto crudo e' sicuramente senza rivali - si tratta di una coscia di maiale affumicata e asciugata dalla bora (prosciutto di Drnis). Viene servito con un formaggio di capra stagionato (i piu' pregiati sono quelli di Dubrovnik e dell'isola di Pago), con olive in salamoia verdi e nere, capperi e cipolline.

Anche la carne d'agnello e' molto pregiata, specialmente se cotta o grigliata (la Franjevacka begovica di Vis oppure il Lopiz dell'isola di Iz); come pregiata e' la carne di pecora essicata (detta KASTRADINA), il rozbif, il sugo alla dalmata con gli gnocchi (detto PASTICADA), che viene servito da molti ristoranti della zona. La verdura cotta rappresenta a sua volta una varieta' di cibo molto ambito (es. la verza con patate, la passata di pomodoro). Molto spesso la verdura cotta e' una miscela di verdure coltivate ed erbe di campo, condite con olio d'oliva e aceto rosso oppure servita con carne (es. MANESTRA-pasta con carne macinata, ARAMBASICI- foglie di vite ripiene). I dessert tipici della Dalmazia conquistano i cuori grazie alla loro semplicita'. Quelli piu' frequenti includono la frutta mediterranea, il fico secco, le uvette, le mandorle ma anche il miele, le uova, i ravioli, il mandolato, gli smokvenjaci (fichi secchi schiacciati) e paprenjaci (dolce tipico dell'isola di Hvar).

Cucina continentale: Il Gorski Kotar e la Lika

čajnikpitavinski podrum

La cucina del Gorski Kotar e della Lika conserva le abitudini della vita montana, tra boschi e pascoli, dove le estati sono corte e gli inverni rigidi, fattore che limita la varieta' dell' offerta gastronomica. Questa cucina si distingue per la sua semplicita' (cotture e grigliate all'aperto) come nel caso delle regioni poco distanti dal mare (La Dalmazia e l'istria continentale). I cibi quotidiani contengono perlopiu' prodotti di origine continentale, quali la polenta (detta anche pura), le patate cotte, le patate arroste, i salcrauti, i fagioli, il latte di capra o di pecora e i vari tipi di formaggio (il formaggio fermentato, detto BASA e il formaggio affumicato), la carne di agnello, di pecora, di maiale e selvaggina. Queste zone sono tralaltro ricche di funghi e di erbe e anche molto note per le grappe alla prugna, ai frutti di bosco, al miele, tutte con un tasso alcolico molto alto. La stessa cucina della regione Lika, la ritroveremo anche nella zona dei Laghi di Plitvice. In questi territori, lungo le strade, incontreremo spesso qualche venditore di formaggi tipici casarecci.

Cucina continentale: La Croazia Settentrionale

pitavinski podrumsir

La cucina nord-occidentale croata e' caraterizzata da molti piatti semplici e saporiti. Il pane viene preparato con la farina di granoturco, orzo oppure dalla miscela di tutti e due gli ingredienti. I dolci, per la loro qualita', sono molto spesso simili al pane (KUKURUZNJACA- dolce di granoturco; PERIACA, ZELEVANKA, BUHTLI, KRAFNE, ORAHNJACA- un tipo di strudel con le noci; MAKOVNJACA- un tipo di strudel con i semi di papavero). I cibi piu' comuni sono quelli a base di pasta, latticini (latte di mucca), verdura (fagioli, patate, verze, ecc..), molto spesso abbinati alla carne nelle zuppe (zucchine, cetrioli, fagiolini e piselli abbinati alle verze o all'orzo) e alle insalate (cetrioli freschi e fior di latte con aglio,insalata verde, insalata di pomodoro, peperoni e cipolle). In questi territori la provvista per l'inverno viene preparata tuttora nella maniera tradizionale (cavoli salati, cetrioli cotti nell'aceto, peperoni sotto aceto, barbabietole, e anche specialita' dolci - marmellate di prugne, marmellata di melograno, frutta imbottigliata, ecc...).

Come la cucina meridionale si differenzia da isola a isola, cosi anche in questa parte del territorio, la cucina si differenzia da localita' in localita'. Nel Medjimurje e' imperativo assaporare il tacchino alla pancetta e le tradizionali krvavice, ma anche i fagioli e le patate in forno e il formaggio di mucca essicato o affumicato, nella Podravina detto PRGE. Il tacchino con i MLINCI (varieta' di pasta cucinata), diversi tipi di strudel e la BUCNICA di papavero sono specialita' gastronomiche che si sono divulgate dallo Zagorje in tutto il resto della Croazia. E' difficile trovare un'anatra o un'oca piu' saporita di quella del Turopolje, oppure una carpa alla griglia migliore (detta "krapec na procep") di quella della Moslavina e della Posavina. La regione Banovina e' famosa per la sua marca di salumi Gavrilovic. Le krvavice, le cesnjovke e tutti gli altri tipi di salsicce, che si mangiano con i cavoli salati, il piede di porco cotto con le patate e con l' insalata di fagioli con le cipolle, sono piatti richiesti in tutto il territorio croato.

Samobor, la cittadina nelle vicinanze di Zagabria, e' il posto ideale per una gita gastronomica. I suoi ristoranti servono la costoletta di Samobor, il samoborski sodo, vari salami e la KOTLOVINA- un sugo di vino e patate - il HERMET - una varieta' di vino dolce e i vari tipi di mostarda che si producono in questi territori ormai da 200 anni. La cucina di Varazdin, e specialmente quella di Zagabria, rappresenta una cucina urbana, di una grande citta', molto vicina a quella di Venezia. Naturalmente, Zagabria ha la sua cotoletta ripiena al formaggio, vari tipi di carne ai ferri (di maiale, di vitello e pollame) accompagnate da patate, verdura, cren, vari tipi di gulas (gulas al vino, trippe alla pancetta, la PLUCICA sotto aceto), la carne alla griglia e vari tipi di pasta... I dolci seguono una tradizione antica centinaia di anni - la tradizione panettiera della Grica e della pasticceria episcopale, svelando i dessert croati nella loro integrita' (le cosidette palacinke croate, gli strudel dello Zagorje, lo strudel al formaggio e alla mela, la bucnica, diversi tipi di dolce e gelati). La cucina moderna di Zagabria e' internazionale e molto simile alla piu' saporita cucina europea. Sarebbe opportuno assaporare i vini di questo territorio tipo il Portugizac della Pljesivica e del Jastrebarsko, il Rajnski Rizling, Il Chardonnay del Strigovan, il moscato Otonel, i vari tipi di spumante, come altri vini delle cantine nella Bozjakovina, il Pinot Blanc di S. Ivan Zeline, lo scarlatto della Moslavina, ma anche la bevanda tradizionale detta Gvirc, che si beve assaporando i Paprenjaci.

Cucina continentale: La Slavonia e la Baranja

Gulašsvinjetinaorahnjača

Le ricche e fertili regione della Slavonia e della Baranja rendono la Croazia una cesta di pane, dato che dal tempo dei tempi in queste regione vengono prodotti il pane bianco, le cosidette pite e molti altri dolci con le noci, al papavero, varie marmellate alla prugna. In queste regioni si producono anche vari tipi di pasta, patate, fagioli, latticini e cibi alla pancetta, formaggi essicati e fior di latte casarecci e carne suina. Tutti questi tipi di cibo venivano preparati molti anni orsono per assicurare energia durante il lavoro fisico, oggi invece si crede che per la loro preparazione si abbia bisogno di troppa energia e troppo tempo. In questi territori il gulas amaro (di selvaggina o vitello), il regos (alcuni tipi di carne e pasta), il fis- paprikas (con vari tipi di pesce:carpa, luccio, ecc...) sono molto tipici e la loro preparazione e' frequente. Il prosciutto cotto o affumicato, le salsicce e il kulen sono anche molto apprezzati, specialmente se serviti accanto ad un formaggio stagionato, alla paprika, al pomodoro, alla cipolla e alla verdura sotto aceto (detta tursija). La sljivovica che viene prodotta in queste localita' e' molto leggera, mentre il vini, come la Kutjevacka Grasevina e il Kutjevacki Chardonnay, l' Enjingijev Rajnski Rizling, e anche la Grasevina Krautheker e Zdjelarevic, l' Ilocki Traminac, il Pinot Blanc di Pajzos e l'Endentski Rizling di Belja sono pregiati in tutto il mondo. I vini delle cantine della diocesi di Djakovo, noti per la produzione di vini che vengono usati durante la liturgia, sono anche molto pregiati.




Izvor HTZ

Booking.com